Che cosa trovo nell’area operatori?

Questa sessione del sito è dedicata a te, operatore, che lavori in comunità, di prima e seconda accoglienza, con minori stranieri non accompagnati e che intendi approfondire alcune dinamiche legate all’utilizzo del computer e di Internet in comunità.
Qui troverai una serie di documenti e materiali che riteniamo possano esserti utili per riconoscere le possibilità che Internet può avere all’interno della tua comunità e nel lavoro con i ragazzi, come strumento di integrazione e inserimento sociale.
Qui troverai:

  • LE LINEE GUIDA DI UTILIZZO DI INTERNET IN COMUNITA

    Ideate in collaborazione con la Polizia Postale e delle Comunicazioni, queste linee guida sono applicabili nel caso in cui la comunità intenda mettere a disposizione dei/delle ragazzi/e la connessione Internet o sempli¬cemente regolamentare la gestione di tale servizio all’interno della comunità.

    Esse hanno, in particolare, l’obiettivo di dare consigli utili e pratici sugli aspetti tecnici (legati all’ubicazione delle impostazioni, alle realizzazione dei collegamenti rete, all’uso della rete per l’accesso a Internet, alle impostazioni delle postazioni e all’applicazione di filtri) e sulla valorizzazione dell’utilizzo di Internet all’interno della comunità, come strumento in grado di creare momenti comuni di riflessione e condivisione tra ragazzi/e ed operatori.

  • L’ESPERIENZA DI LAVORO CON I RAGAZZI SULL’UTILIZZO DELLE NUOVE TECNOLOGIE

    La consultazione dei ragazzi prevista all’interno del progetto europeo INTERACT per la creazione di materiali di sensibilizzazione o formazione sull’uso sicuro delle nuove tecnologie ha coinvolto 13 ragazzi stranieri non accompagnati ospiti di due comunità romane provenienti da Bangladesh, Costa D’Avorio, Togo, Iraq e Tunisia che hanno partecipato ad un percorso di 24 workshop per più di 70 ore.
    Durante la consultazione si è lavorato sia sull’acquisizione o aumento della consapevolezza dei partecipanti riguardo ai fenomeni di sfruttamento sessuale e lavorativo dei minori e sui rischi di adescamento attraverso l’uso delle Nuove Tecnologie, che sull’esplorazione del mezzo internet, anche attraverso dei veri e propri moduli di formazione per l’uso del computer.
    Si è potuto poi lavorare sull’emersione dell’opinione dei ragazzi rispetto ai maggiori fattori di rischio rispetto a questi fenomeni e alle tematiche secondo loro più rilevanti da sviluppare e, infine, sulla creazione dei materiali di sensibilizzazione destinati ai loro pari.
    Il percorso è stato lungo e molto intenso.
    I ragazzi hanno partecipato con costanza ed entusiasmo fino alla fine, prendendo parte anche ad un viaggio in Sicilia organizzato nella fase finale del percorso per testare i materiali prodotti in due comunità.
    Obiettivo del video e dello slide show è di mostrare alcuni scorci del lavoro fatto con i ragazzi durante i workshop e del contesto dal quale provengono. Viene presentato brevemente come i ragazzi utilizzano Internet, anche rispetto ai progetti per il loro futuro e al loro background, e come vorrebbero che si usassero Internet e il computer in comunità.

  • RISULTATI DELLA RICERCA SULL’UTILIZZO DI INTERNET NELLE COMUNITA’ DI RIFERIMENTO

    La prima fase del progetto ha visto la realizzazione di una desk review, che ha evidenziato una crescente connessione tra l’utilizzo delle nuove tecnologie ed il reclutamento e lo sfruttamento di minori, per la produzione di materiale pedopornografico e per la creazione di reti internazionali di sfruttamento sessuale di minori e adolescenti. La desk review ha nel contempo evidenziato come esista ancora una limitata conoscenza sul ruolo specifico che Internet e le nuove tecnologie rivestono nel contesto della tratta e dello sfruttamento lavorativo e/o sessuale dei minori in situazione di marginalità sociale o dei minori stranieri che arrivano in un nuovo paese, non accompagnati.

    A partire dai risultati della desk rewiew è stata avviata una ricerca preliminare con l’obiettivo di costruire dei percorsi formativi e partecipativi coerenti con i contesti di riferimento e il più possibile aderenti alle reali necessità degli attori coinvolti. I risultati della ricerca evidenziano i resoconti delle interviste fatte ai ragazzi delle comunità partner del progetto ed agli operatori su l’utilizzo di Internet in comunità.

  • MODULO FORMATIVO PER OPERATORI DI COMUNITA’ SULL’USO CONSAPEVOLE DEI NUOVI MEDIA E LE OPPORTUNITA’ DI UTILIZZO IN COMUNITA’

    La presente iniziativa si sviluppa in seno ad un progetto di collaborazione tra l’Area Minori e Nuovi Media Save the Children e la Fondazione IBM Italia, con l’obiettivo di sostenere l’inserimento del computer e di Internet nelle comunità, case famiglia e centri di prima accoglienza e di promuoverne le opportunità di utilizzo. A tal fine si propone una formazione specifica finalizzata ad un uso consapevole dei Nuovi Media (NM).

  • MANUALE PER INSEGNANTI

    Copertina Guida Insegnanti

    Il presente lavoro si propone di offrire agli insegnanti strumenti didattici per intraprendere con i propri alunni, della scuola primaria (8-10 anni) e secondaria di primo (11-13 anni) e secondo grado (biennio, 14-15 anni), un
    percorso verso la consapevolezza dei propri diritti online.

    Il manuale é finalizzato a promuovere un uso consapevole e responsabile dei nuovi media tra i giovani, sperimentando forme concrete di partecipazione. Il contenuto del manuale é diviso in tre parti:

    1. la prima parte propone una lettura del rapporto che i giovani di oggi hanno con i Nuovi Media e sviluppa il tema della responsabilità e della sicurezza;

    2. la seconda parte descrive una proposta per la scuola in un’ottica di New Media Education: nel capitolo sono illustrati i motivi per cui Save the Children si occupa di Media, l’approccio metodologico di Save the Children basato sui diritti e gli strumenti utilizzati;

    3. l’ultima parte è pensata come un vero e proprio Manuale operativo-didattico, contenente una serie di schede di attività da portare avanti con il gruppo classe.

  • GUIDA PER GENITORI

    Copertina Guida Genitori

    Questa guida si inserisce all’interno di un panorama più ampio di proposte e strumenti concreti destinati al mondo dei genitori per educare i figli a un corretto utilizzo delle nuove tecnologie.

    La finalità di tale guida è di promuovere le potenzialità di questi nuovi strumenti nella vita dei propri figli pur non sottovalutandone i rischi.

    Non si intende solo fornire un kit di consigli tecnici ma anche e soprattutto una proposta educativa da cui il genitore può trarre con chiarezza la valenza del proprio ruolo.

  • SICURI IN RETE.IT

    Sito Sicuri In Rete

    Questo sito è dedicato ai ragazzi/e che utilizzano i Nuovi Media, ai genitori e a tutti coloro che vivono o lavorano accanto ai giovani, con il difficile compito di accompagnarli nella vita, così come sul web.
    Sicurinrete.it é il sito ufficiale del Centro Giovani Online, che dal 2004 lavora per promuovere l’utilizzo di Internet sicuro e responsabile da parte dei minori.
    Sicurinrete.it crede profondamente che i Nuovi Media siano una grande opportunità, un’occasione senza eguali per crescere, conoscere, comunicare e prepararsi al futuro, conoscendo le regole, prevenendo e gestendo i pericoli, facendo in modo che i ragazzi “viaggino accompagnati” all’inizio, per guadagnarsi gradualmente un’autonomia che li accompagnerà tutta la vita.
    Questo sito vuole essere un punto di riferimento lungo tutto il percorso; Ragazzi, Genitori e Insegnanti hanno a disposizione contenuti che parlano il loro linguaggio e rispondono alle loro esigenze.
    Sicurinrete.it sta sviluppando anche il Centro Aiuto dove, attualmente, è possibile leggere consigli sul “cosa fare” o segnalare materiale pedopornografico.

  • NAVIGARE SICURI.IT

    Il progetto “Navigare Sicuri” è dedicato alla promozione e alla diffusione di una cultura dell’uso consapevole e responsabile di Internet e dei media digitali tra i bambini, i ragazzi e i loro educatori. Il sito è parte integrante dell’ iniziativa (realizzata in stretta collaborazione con il Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca e si avvale dell’apporto delle consolidate competenze della Fondazione Movimento Bambino e di Save the Children) ed offre strumenti e materiali di sensibilizzazione fruibile sia dagli adulti che dai ragazzi.

    I bambini dai 5 ai 10 anni vengono accompagnati alla scoperta del web da Geronimo Stilton: giocando con i personaggi di Topazia imparano i grandi e piccoli accorgimenti utili per divertirsi in perfetta sicurezza.

    Ai ragazzi dai 10 ai 15 anni sono destinati contenuti che presuppongono già una buona conoscenza del web ma soprattutto una certa indipendenza dai genitori. I temi che proponiamo loro riguardano alcuni fenomeni a cui sono particolarmente esposti in questa fascia d’età.

    A genitori ed educatori è dedicata una sezione di informazioni e aggiornamenti sul tema del rapporto tra i minori e internet. I contenuti sono stati realizzati da Telecom Italia con Save the Children e la Fondazione Movimento Bambino della professoressa Maria Rita Parsi.

  • STOP – IT – COME SEGNALARE

    Sito Web Stop-It

    Stop-It lotta contro l’abuso e lo sfruttamento sessuale dei minori su Internet e tramite Internet. Questo sito aiuta a conoscere il fenomeno, prevenire le situazioni a rischio e segnalare materiale pedopornografico incontrato casualmente in rete. E’ un progetto di Save the Children Italia.

APPROFONDIMENTI RELATIVI ALLA TRATTA E SFRUTTAMENTO
DI MINORI STRNIERI NON ACCOMPAGNATI IN ITALIA
  • LA LEGGE ITALIANA ED I PROGRAMMI DI PROTEZIONE E PREVENZIONE SPECIFICI FORNITI A LIVELLO NAZIONALE

    Nel documento allegato è possibile trovare informazioni riguardo al quadro giuridico nazionale in tema di tratta e sfruttamento di minori, gli articoli di riferimento e altre informazioni più generiche sui reati compiuti a danno di minori.

  • LIBRETTO PER RAGAZZI – PROGRAMMA REACT

    Questo libretto, realizzato da Save the Children nell’ambito del progetto europeo REACT “Raising awareness and Empowerment Against Child Trafficking” è destinato ai minori stranieri a rischio di tratta e sfruttamento.

    Lo riportiamo qui come esempio di materiale da illustrare ai ragazzi minori stranieri residenti in comunità per mostrare le dinamiche che possono legare l’utilizzo di Internet e delle nuove tecnologie al rischio di tratta e sfruttamento. La brochure riporta una storia di sfruttamento, illustrata a fumetti, riportata dai racconti dei ragazzi che hanno partecipato al progetto.

  • VIDEO PER RAGAZZI PROGETTO REACT

    Questo video, realizzato in più lingue da Save the Children nell’ambito del progetto europeo REACT “Raising awareness and Empowerment Against Child Trafficking” è destinato ai minori stranieri a rischio di tratta e sfruttamento.
    Il video è stato utilizzato nella campagna di sensibilizzzione del progetto.

  • POTENZIALITA’ DELLE NUOVE TECNOLOGIE NELL’INTEGRAZIONE SOCIALE E CULTURALE

    Questo manuale, disponibile unicamente in versione inglese, affronta la tematica delle potenzialità delle nuove tecnologie nel promuovere l’integrazione di migranti e differenti culture in Europa.

    Le nuove tecnologie svolgono infatti un ruolo importante nell’integrazione socio-culturale e di partecipazione economica in un Paese. A tale conclusione sono giunti anche i risultati della ricerca (vedi i risultati della ricerca sull’utilizzo di Internet nelle Comunità di riferimento) attuata all’interno del progetto Interact con i ragazzi e gli operatori di comunità e, sulla base di tale definizione, si sono poste le basi dell’ideazione dei moduli formativi destinati agli operatori di comunità (vedi opuscolo sul modulo formativo per operatori di comunità, sull’uso consapevole dei nuovi media e le opportunità di utilizzo in comunità).

  • SITO PROGRAMMA AGIRE – SAVE THE CHILDREN

    ll progetto AGIRE, della durata di tre anni, era volto a rafforzare la prevenzione e la lotta contro la tratta dei minori attraverso lo sviluppo di collaborazioni fra attori pubblici e privati e di buone pratiche nell’identificazione e supporto dei minori vittime o a rischio di tratta e sfruttamento in Europa. Sono stati sviluppati manuali di formazione basati su una metodologia condivisa e delle procedure operative standard adattati al contesto di ogni paese partner, che hanno contribuito allo sviluppo di buone pratiche per l’identificazione, il supporto e l’assistenza volte alla protezione dei minori.

  • PUBBLICAZIONI – SAVE THE CHILDREN

    Tra le pubblicazioni rilevanti riguardanti la tratta di minori stranieri non accompagnati e la metodologia d’intervento e di interazione con gli attori interessati, segnaliamo la visione dei seguenti documenti:

    - Il Protocollo di identificazione e supporto dei minori vittime di tratta e di sfruttamento
    - Lo sviluppo di una metodologia fondata sui diritti del fanciullo per la identificazione e supporto a minori vittime di tratta
    - Il rapporto di ricerca sulla tratta di minori/Full Report of research findings
    - I piccoli schiavi invisibili
    - Le nuove schiavitù

  • SITO DELL’OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA TRATTA

    In questo sito viene offerto un quadro generale della tratta di esseri umani in Italia e nel mondo attraverso i risultati di una serie di studi e documenti recenti che esaminano questo fenomeno da diversi punti di vista ed utilizzano una molteplicità di fonti e dati. Mette inoltre a disposizione 3 motori di ricerca attraverso i quali è possibile recuperare varie tipologie di documenti relativi alla tratta: provvedimenti legislativi di prevenzione, repressione e tutela delle vittime emanati a livello locale, nazionale ed internazionale; sentenze e pronunce dei principali organi giudiziari italiani; indicazioni relative alla dottrina prodotta su questa tematica.

  • SITO INTERNET DEL DIPARTIMENTO PER LE PARI OPPORTUNITA’

    Il Dipartimento per le Pari Opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri è l’autorità competente nell’ambito degli interventi in favore delle vittime della tratta di esseri umani finalizzata allo sfruttamento previsti dall’art. 18 del Decreto Legislativo 286/98 (Testo Unico sull’immigrazione), e della Legge 228/2003 in materia di misure contro la tratta di persone.
    Nel sito internet è possibile trovare aggiornamenti e documenti utili relativi alla tematica in questione.

  • NUMERO VERDE ANTITRATTA

    Il Numero Verde è un dispositivo istituito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità (visita il sito).

    Il servizio è attivo dal 2000 e le sue finalità sono di informare le persone in condizione di sfruttamento, soggette a tratta, riduzione in schiavitù servitù, sulle possibilità loro offerte dalla legislazione italiana per sottrarsi ai trafficanti e di consentire agli operatori direttamente preposti a contrastare il fenomeno dello sfruttamento e della tratta, nonché a quanti si pongono in una relazione di aiuto con persone potenziali vittime di sfruttamento, di avere una rete specializzata in interventi sociali, capaci di rispondere nell’urgenza e nell’emergenza all’accoglienza della richiesta di aiuto e alla pronta assistenza alle vittime.

  • SITO INTERNET DIRITTI AI MARGINI

    Sito Internet Diritti ai Margini

    Questo portale, curato dall’Unità Legale di Save the Children, raccoglie materiali utili alla trattazione delle questioni che riguardano la condizione giuridica dei minori in Italia e in Europa: la normativa applicabile, le pronunce giudiziarie più importanti, materiali di formazione, pubblicazioni utili e collegamenti ad altre risorse.